LOGO SVILUPPO APPALTI
  • Sei qui:  
  • Home
  • NEWS
  • NUOVI REQUISITI PER LE CATEGORIE OG2, OS2-A, OS2-B, OS24 E OS25 – DM N.374/2017 DEL MIBACT

NUOVI REQUISITI PER LE CATEGORIE OG2, OS2-A, OS2-B, OS24 E OS25 – DM N.374/2017 DEL MIBACT

Con l’entrata in vigore del Regolamento per gli appalti pubblici di lavori riguardanti i beni culturali tutelati (DM 154/2017), predisposto in attuazione all’articolo 146, comma 4 del Codice dei Contratti Pubblici (Dlgs 50/2016), il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha in esso emanato i nuovi requisiti per la qualificazione delle imprese che intendano partecipare agli appalti relativi alle categorie OG2, OS2-A, OS2-B, e OS25. Le più importanti novità riguardano nello specifico la possibilità, prevista nel codice dei contratti pubblici, di utilizzo senza limiti temporali dei certificati dei lavori ai fini della qualificazione SOA, e l’introduzione del principio della continuità nell’esecuzione dei lavori relativi alle categorie soggette a tutela. Sul fronte dei requisiti di idoneità tecnica, il decreto ora prevede che, per la qualificazione SOA, l'impresa debba avere eseguito lavori sui beni culturali per almeno il 70% dell'importo, non più il 90% come per le altre categorie di qualificazione, inoltre non sono più previsti i cosiddetti lavori di punta. Un importante novità è stata introdotta per la direzione tecnica, per la quale, nella categoria OG2 oltre al titolo di studio, è stata introdotto: sia l’obbligo di iscrizione all’albo professionale, sia il requisito dell’esperienza biennale nell’esecuzione lavori nella categoria OG2, art. 13 il cui comma 6 richiama espressamente i lavori sotto i 150.000 euro. Per la partecipazione alle procedure per importi inferiori a euro 150.000, oltre l’idonea direzione tecnica gli operatori economici devono possedere anche i requisiti dell’art. 12 del decreto.

Allegati: